Come viaggia l'energia in una catena alimentare

Le catene alimentari possono essere espresse graficamente come piramidi in quanto ad ogni livello trofico (ogni fascia che le compone) le sostanze alimentari disponibili per il livello successivo diminuiscono.
Ma perché questo accade? Per rispondere bisogna pensare alle sostanze alimentari come "serbatoi di energia" e vedere come questa "viaggia" da un serbatoio all'altro.
Alla base delle catene alimentari si trova l'ENERGIA SOLARE. L'energia proveniente dal Sole, infatti, è trasformata e accumulata sotto forma di energia chimica nei vegetali: le piante costituiscono quindi il primo grande serbatoio energetico della catena.
Se ora prendiamo in esame gli animali che si nutrono di tessuto vegetale, gli erbivori, possiamo osservare come questi assimilino solo in parte (circa il 20%) le sostanze di cui si cibano ed eliminino il resto con le feci. Inoltre, solo una parte del materiale vegetale assimilato viene utilizzata per la crescita trasformandosi in carne; il resto fornisce l'energia necessaria all'animale per le sue attività vitali (camminare, correre, respirare,...) o viene disperso sotto forma di calore.
Per i carnivori che si nutrono di erbivori c'è dunque a disposizione una quantità di sostanze alimentari, e quindi di energia, minore rispetto a quella di partenza.
La perdita di energia continua se prendiamo in esame il "serbatoio" formato dai carnivori. Anche questi, infatti, assimilano solo in parte il cibo ingerito (circa il 60%) e in parte lo utilizzano per il proprio fabbisogno energetico.
E' questa continua perdita di energia, presente ad ogni passaggio di livello nella catena, che spiega perché troviamo sempre meno organismi ai livelli superiori.

Altri articoli

Il seme e la germinazione

Il seme contiene l'embrione, cioè una piccola pianta in miniatura costituita da una radice, detta radichetta, e da un germoglio, detto piumetta. leggi ancora...

Il regno dei funghi

I funghi sono organismi a cellula eucariote, generalmente pluricellulari, di dimensione varia, da macroscopica a microscopica. leggi ancora...

Com'è fatto un fungo

La maggior parte delle specie di funghi non è costituita da vere e proprie cellule, ma da microscopici filamenti, detti leggi ancora...

Rigenerazione permanente del terreno

Ti avevo già anticipato che Haraji riporta un equilibrio energetico nel terreno, rigenerandolo e risanandolo, e che, presenti determinate condizioni, la rigenerazione risulta permanente. leggi ancora...

Eventi