Il ciclo del carbonio

La maggiore risorsa di carbonio in natura è rappresentata dall'anidride carbonica dell'aria e dell'acqua. Il carbonio entra nel ciclo biologico con la fotosintesi clorofilliana.
Attraverso questo processo, infatti, i vegetali trasformano l'anidride carbonica in sostanze organiche che costituiscono l'alimento degli organismi animali.
Dopo essere stato assorbito e utilizzato dagli organismi viventi, il carbonio viene restituito all'atmosfera sotto forma di anidride carbonica attraverso due importanti funzioni:
- la respirazione, sia degli animali sia delle piante,
- la decomposizione delle sostanze organiche da parte di funghi, batteri e muffe.
A produrre anidride carbonica, spesso in quantità considerate dannose per l'uomo e l'ambiente, sono poi numerose attività dell'uomo.
Tutti i processi di combustione, infatti, producono anidride carbonica. Accendere un fiammifero, fare un fuoco, bruciare legno, carbone, gas o petrolio, sono tutti processi che liberano anidride carbonica nell'atmosfera.

Altri articoli

OMEOPATIA

l'ideatore: Hahnemann leggi ancora...

Il ciclo della materia

La materia leggi ancora...

Il seme e la germinazione

Il seme contiene l'embrione, cioè una piccola pianta in miniatura costituita da una radice, detta radichetta, e da un germoglio, detto piumetta. leggi ancora...

La circolazione delle piante

Poiché tutte le funzioni delle cellule di una pianta, e in particolare della fotosintesi, richiedono acqua, le piante verdi devono assorbirla dal terreno e trasportarla fino alle foglie. leggi ancora...

Eventi