Il ciclo dell'azoto

Un'altro importante costituente degli organismi viventi è l'azoto, contenuto in grande quantità nell'aria in forma gassosa. Tuttavia, poiché la stragrande maggioranza dei vegetali non è in grado di assordirlo in questa forma, le piante assimilano l'azoto dal terreno dove è presente in vari composti: nitrati, ammoniaca, nitriti.

I NITRATI, sostanze chimiche composte da azoto e ossigeno, si possono ottenere:

- direttamente dall'atmosfera, attraverso l'azione del Sole e delle scariche elettriche dei fulmini (sotto questa forma i nitrati sono trasportati al suolo dalla pioggia), 

- dal terreno mediante l'opera di alcuni batteri, chiamati appunto "fissatori dell'azoto". Tra questi, una specie molto efficiente è quella che vive tra le radici delle leguminose.

I nitrati vengono assorbiti dalle radici delle piante, trasportati dalle foglie e trasformati, assieme ad altre sostanze, in proteine vegetali.

Dai tessuti vegetali, attraverso i vari anelli della catena alimentare, l'azoto passa nei tessuti degli erbivori e quindi dei carnivori.
Grazie all'azione di decompositori specializzati, batteri nitrificanti, l'azoto organico, contenuto negli escrementi degli animali e nei tessuti animali e vegetali morti, viene trasformato in azoto inorganico nuovamente disponibile per le piante. In questo modo l'azoto rientra a far parte della materia vivente.
Contemporaneamente, l'azoto viene costantemente restituito all'atmosfera grazie al "lavoro" di altri batteri chiamati denitrificanti che vivono nel terreno acquitrinoso di stagni e paludi e che trasformano i nitrati direttamente in azoto libero, cioè in azoto nella sua forma gassosa.

Altri articoli

Peperoncini

In Italia esistono tantissimi appassionati di piante di peperoncino e tanti sono i club che li rappresentano. leggi ancora...

La farina di roccia o zeolite

Le rocce primitive sono un leggi ancora...

Rigenerazione permanente del terreno

Ti avevo già anticipato che Haraji riporta un equilibrio energetico nel terreno, rigenerandolo e risanandolo, e che, presenti determinate condizioni, la rigenerazione risulta permanente. leggi ancora...

La fotosintesi clorofilliana

Se, alla luce del giorno, mangiamo una foglia appena colta, qualcosa di ciò che ingeriamo era, otto minuti prima, parte del Sole. leggi ancora...

Eventi