Il ciclo del fosforo

La riserva di fosforo della Terra, a differenza dell'azoto e del carbonio, non si trova nell'atmosfera, bensì nel terreno e nelle rocce.
Dal terreno le piante assorbono sali ricchi di fosforo (fosfati) e in tale modo il fosforo inorganico, attraverso i vari livelli della catena alimentare, entra a far parte della materia vivente.
Anche il fosforo viene restituito al mondo minerale attraverso l'azione di particolari batteri, che analogamente alle altre specie di batteri già citati nei precedenti articoli, hanno la funzione di demolire rifiuti, escrementi e ogni sorta di organismo morto.
Una considerevole parte di fosfati è trasportata dai corsi d'acqua agli oceani: i fosfati assorbiti dalle alghe entrano poi nelle varie catene alimentari marine.
Un'altra parte viene riportata sulla terraferma ad opera degli uccelli marini (gabbiani, sule, cormorani, ecc.), che si nutrono di pesci prelevati dal mare e lasciano sulla terra i loro escrementi ricchi di fosforo, detti guano.
Un'altra parte ancora, subisce un lungo periodo di esclusione dal ciclo biologico rapido, in quanto si accumula nei sedimenti oceanici profondi sotto forma di conchiglie, scheletri di pesci, ecc.

Altri articoli

Com'è fatto un fungo

La maggior parte delle specie di funghi non è costituita da vere e proprie cellule, ma da microscopici filamenti, detti leggi ancora...

Peperoncini

In Italia esistono tantissimi appassionati di piante di peperoncino e tanti sono i club che li rappresentano. leggi ancora...

La circolazione delle piante

Poiché tutte le funzioni delle cellule di una pianta, e in particolare della fotosintesi, richiedono acqua, le piante verdi devono assorbirla dal terreno e trasportarla fino alle foglie. leggi ancora...

Il regno dei batteri

I batteri sono gli organismi più antichi e diffusi sulla Terra. Particolarmente importanti sono i batteri che si alimentano di materiali organici in decomposizione; infatti, in assenza di questa loro leggi ancora...

Eventi