La farina di roccia o zeolite

Le rocce primitive sono un "tesoro" che deve solo essere estratto e macinato finemente prima di utilizzarlo. In natura questo processo è molto più lungo.
Da milioni di anni le montagne vengono erose lentamente da vento, acqua e ghiaccio che sbriciolano la superfice. Si forma una polvere di roccia fine come farina che il vento e i fiumi portano in pianura.
Pensa al fango fertile lungo le rive del Nilo, o alle acque sacre nelle regioni dell'Himalaya che rendono fertili i campi terrazzati e le valli sottostanti.
Questo "limo fertile" è alla portata di tutti e può essere estratto dalle miniere (di basalto, granito, gneiss, porfido e diabase).
Dal basalto e granito provengono le argille migliori: il loess e l'argilla colloidale, grazie a processi a cui partecipano anche i microrganismi.
La farina di roccia, assieme ai microrganismi, è in grado di mantenere fertile il terreno per effetto delle sue innumerevoli qualità, quasi miracolose.
È interessante che tu sappia che, se coltivi un orto, la zeolite è una riserva di minerali: potassio, calcio, magnesio, ferro, tracce di cobalto utile per la sintesi di vitamina B12 e oligoelementi, che entrano a far parte delle piante attraverso i microrganismi che, obbedendo alla richiesta delle stesse, disgregano i minerali e li legano alla sostanza organica perché possano essere assimilati dalle radici.
La zeolite migliora la struttura del terreno e la sua capacità di trattenere acqua e sostanze nutritive, ostacola i funghi che causano la putrefazione, stimola la vita dei microrganismi, accelera le decomposizioni e combatte gli odori emanati dal compost e liquami, in quanto assorbe l'ammoniaca che si forma durante la decomposizione, rafforza il sistema immunitario delle piante e aiuta ad ottenere raccolti più saporiti e facili da conservare.
Spargila sulle piantine umide di rugiada e terrai lontano lumache, afidi e preverrai funghi e marciumi. Poi, quando la pioggia avrà lavato le foglie, la zeolite entrerà nel terreno e diventerà una riserva stabile e duratura.
Aiuta anche a conservare gli ortaggi. Ad esempio puoi spargerla sulle patate in cantina, quando poi le pianterai preverrai attacchi d'insetti e marciumi.
Ora sai perché Haraji è stato arricchito di questa preziosa sostanza.

Altri articoli

Rigenerazione permanente del terreno

Ti avevo già anticipato che Haraji riporta un equilibrio energetico nel terreno, rigenerandolo e risanandolo, e che, presenti determinate condizioni, la rigenerazione risulta permanente. leggi ancora...

La circolazione delle piante

Poiché tutte le funzioni delle cellule di una pianta, e in particolare della fotosintesi, richiedono acqua, le piante verdi devono assorbirla dal terreno e trasportarla fino alle foglie. leggi ancora...

Come viaggia l'energia in una catena alimentare

Le catene alimentari possono essere espresse graficamente come piramidi in quanto ad ogni livello trofico (ogni fascia che le compone) le sostanze alimentari disponibili per il livello successivo dimi leggi ancora...

Il ciclo dell'azoto

Un'altro importante costituente degli organismi viventi è l'azoto. Contenuto in grande quantità nell'aria in forma gassosa leggi ancora...

Eventi